OFFICINE BLUES

Era il 2004 ed era una notte insonne che anticipava l’estate, bè in quella notte…tra birra e tabacco.. fabrizio scrisse il suo primo brano ed era blues.. anzi era uno “sfigato blues” e in quella notte che presero forma le officine blues… un percorso difficile forse quasi impossibile.. fare blues in italiano.. ma niente poteva fermare l’ostinazione di un metalmeccanico col blues dentro.. e con la voce di pino che gli rimbombava in testa che ripeteva “…So' blues astregne i dienti e sono mo”

Photo by Rasario Claps

le officine in quei primi anni vivacchiarono o meglio sopravvissero in preda a chi suonava ma senza la vera anima blues.. fabrizio lottò aspremente contro chi, quel suo progetto voleva fagocitarlo trasformarlo in qualcos’altro e magari distruggerlo.. ma niente il metalmeccanico non mollava… tirava dritto non per presunzione ma semplicemente per istinto… 

Poi una sera di un autunno particolarmente mite, in una sala prove piccola e maleodorante, le strade di fabrizio oramai detto anche “crazy dog” e rox “the grooveman” si incrociarono.. bastò pochissimo, un paio di sguardi.. qualche nota e capirono subito di che pasta erano fatti… entrambi avevano dentro il fuoco sacro del blues.. ora le officine blues avevano un senso
come metalmeccanici dalla schiena curva per la fatica ma con la dignità di chi il pane se lo guadagna onestamente.. la sera dopo il tramonto, quando l’aria porta il mistero della notte, spengevano i macchinari.. pulivano il grasso dalle mani e tiravano fuori gli strumenti.. tra l’odore di sudore e di olio bruciato che iniziò il loro viaggio… partenza blues andata e ritorno.. passando per il jazz.. il rock.. il funk.. la bossa nova.. il latin rock… perché? Perché quei due oramai erano convinti che tutto parte dal blues e tutto può ritornare nel blues… oramai nessuno poteva più fermarli… scoraggiarli o incepparli… non avevano nulla da perdere.. come chi cantava il blues nei campi di cotone.. perché era la sola espressione di rabbia e dolore a loro concessa..

Tra le principali esperienze musicali ci piace ricordare:

Festival
Pistoia Blues
Torrita Blues
SIBIC Matera


Concerto in piazza a Cantine aperte genazzano
Intervista con REd ROnny e Grazie de Micheli
I nostri brani ai microfoni di:
BLUES TOP 10 by NiQ Conforti in onda su RADIO CUORE, RADIO FANTASTICA e Radio 102
BLUES STATION by Mauro Alberghini su Radio Città del Capo
BLUES FIRES by BRUNO POLLACCI su Punto radio FM
recensiti su Classic Rock (dic 2016)
e tante altre...

FABRIZIO PIZZALE - VOCE & TESTI
ROSARIO BOCCAROSSA - BASSO
CON LA SPECIALE PARTECIPAZIONE DI ALESSANDRO GIORDANI - CHITARRE
SILVIA FERRARI - CORI
ANGELO DI VEROLI - BATTERIA

VIDEO
CANZONE PERFETTA

by OFFICINE BLUES



DISCOGRAFIA
CHE IL GROOVE SIA CON VOI

INFO & BOOKING - OFFICINE BLUES

SPONSORED BY